Anestesia Web
  Anestesia  
  Rianimazione  
  Terapia del Dolore  
  Ambulatorio  
  Day Hospital  
  Protocolli  
  Sicurezza  
  Ernia del disco  
  Il mal di schiena  
  Equipe  
  Ultim'ora  
  Prericovero  
  FAQ  
  Home  



La morfina ( così chiamata dal suo scopritore in onore a Morfeo, il dio del sonno) è il farmaco da più tempo usato per il trattamento del dolore. Nonostante i pregiudizi che circondano questo farmaco e che lo hanno relegato ad un utilizzo in situazioni estreme, esso rappresenta una valida scelta, direi anzi la più valida, per il trattamento a lungo termine del dolore cronico, sia benigno che neoplastico.

La si può considerare un farmaco "fisiologico" (noi stessi produciamo le endorfine, che agiscono sugli stessi recettori e sono del tutto simili), e non possiede un effetto tetto, per cui si può prevedere un aumento di dosaggio senza praticamente limiti, ovviamente se supportati da un'esigenza clinica ed in maniera graduale.

Per questi motivi è previsto il suo impiego in infusione continua nello spazio subaracnoideo mediante un catetere ed una pompa impiantata nel tessuto sottocutaneo e rifornita periodicamente mediante una piccola iniezione cutanea.

Per decidere se effettuare l'impianto della pompa, che viene praticato in anestesia locale, è però necessario verificare la risposta all'iniezione del farmaco: per questo viene effettuato il test come descritto

Indicazioni
Valutazione della risposta alla somministrazione intratecale di morfina per il trattamento del dolore, cronico benigno refrattario ad altri trattamenti e neoplastico, al fine di impiantare una pompa programmabile sottocutanea.