Anestesia Web
  Anestesia  
  Rianimazione  
  Terapia del Dolore  
  Ambulatorio  
  Day Hospital  
  Sicurezza  
  Ernia del disco  
  Il mal di schiena  
  Equipe  
  Ultim'ora  
  Prericovero  
  FAQ  
  Home  





Patologia Dolore cronico benigno al tronco e agli arti di origine neuropatica :

CRPS Type I (Complex Regional Pain Syndrome): sindrome complessa, più frequentemente causata da un trauma, i cui sintomi principali sono: dolore urente, iperalgesia, allodinia, iperidrosi e alterazioni trofiche delle pelle e delle ossa interessate

CRPS Type II: progressivo dolore come sopra causato da un danno nervoso

FBSS: dolore radicolare conseguente a uno o più interventi chirurgici per lombosciatalgia, più frequentemente per esiti cicatriziali

Aracnoidite

Radicolopatie refrattarie

Neuropatia periferica
Obiettivi Riduzione > 50% del dolore

Aumento livello attività

Riduzione uso cronico farmaci, ospedalizzazione e procedure chirurgiche (< costi sanitari)
Descrizione e criteri diagnostici Dolore cronico benigno refrattario ad altri trattamenti.

In particolare:

 quando terapie più conservative hanno fallito

 una patologia è congruente al dolore

 ulteriori trattamenti chirurgici sono controindicati

 nessun abuso non trattato di farmaci

 nessuna controindicazione all’impianto

 pz in grado e ben disposto ad utilizzare la terapia

 clearance psicologica verificata

 il pz comprende i limiti e rischi della terapia

  trial screening ha avuto successo. Screening test: periodo durante il quale il paziente cui è stato impiantato un elettrodo midollare verifica, con un elettrostimolatore esterno collegato con una estensione all’elettrodo, l’efficacia del trattamento

Il test si considera positivo se le parestesie suscitate coprono la zona algica e la riduzione del dolore è superiore al 50%.
Indagini Anamnesi:

storia algica del paziente
tipo di dolore (neuropatico, nocicettivo, misto)
intensità (utilizzo scale tipo VAS)
la distribuzione
la partenza
fattori che alleviano o esacerbano il dolore
terapie specifiche effettuate
assunzione di farmaci anticoagulanti
presenza di malattie concomitanti (diabete, ipertensione, malattie della coagulazione) o allergie

Esame obiettivo: presenza di allodinia, dolore urente, iperalgesia nella zona interessata, fenomeni vasomotori

Laboratorio/Anatomia: PT, PTT

Radiologia: RxScopia con intensificatore durante fase 1

Altre:elettromiografia per conferma sofferenza nervosa o radicolare

Visita Psicologica: verifica profilo psicologico (accettazione della metodica) )
Trattamento Medico: profilassi antibiotica

Chirurgico:
Fase 1. Impianto dell’elettrodo e sua esteriorizzazione tramite estensione provvisoria: la distribuzione dermatomerica del dolore è la guida per decidere a quale livello del midollo posizionare l’elettrodo

Fase 2. Solo se screening test positivo: rimozione estensione esterna, tunnellizzazione e intascamento stimolatore definitivo
Note  
Bibliografia 1) Racz G, et al. Percutaneous dorsal column stimulator for chronic pain control. Spine 1989; 14 (1): 1-4

2) North R, et al. Spinal cord stimulation for chronic, intractable pain: experience over two decades. J Neurosurg. 1993; 32 (3): 384-395