Anestesia Web
  Anestesia  
  Rianimazione  
  Terapia del Dolore  
  Ambulatorio  
  Day Hospital  
  Sicurezza  
  Ernia del disco  
  Il mal di schiena  
  Equipe  
  Ultim'ora  
  Prericovero  
  Ozonoterapia  
  FAQ  
  Home  





Il "mal di schiena", ed in particolare la lombalgia, colpiscono almeno una volta nella vita l’80 - 90% delle persone adulte. L’uomo risulta più colpito rispetto alla donna, nella sua fascia d’età più produttiva (tra i 35 ed i 55 anni). In relazione a questo, è chiaro come tale problematica sia importante a livello sociale ed economico per l’inabilità motoria che comporta, per le ore di lavoro perse e per lo sconcertante ammontare dei costi medici e sociali. Le cause scatenanti il dolore lombare sono spesso da ricercare in insulti di piccola entità sostenuti da fattori predisponenti che, in relazione alla loro varietà, rendono il quadro patologico complesso. Tra questi fattori ricordiamo: La presenza di vizi posturali legati, nella maggior parte dei casi, ad errate posizioni assunte nell’ambiente di lavoro (scrivania, automobile etc.) La personalità, l’individualità e la caratterialità condizionano fortemente la colonna sia nelle sua statica che nella dinamica. La presenza di atteggiamenti dismorfici o paramorfici (scoliosi, ipercifosi, inversioni di curva, ipo-iperlordosi) sono fattori predisponenti determinanti.

Il soprappeso, l’obesità (vedi l'indice di massa corporea)condizionano fortemente e negativamente i carichi assiali sulla colonna.

Gli stress psicologici si ripercuotono sulle strutture muscolo-tendine facilitando l’insorgenza di contratture muscolari.

La carenza di attività fisica con la conseguente rigidità muscolare che ne deriva, offre terreno fertile sul quale la lombalgia può attecchire.

La fisioterapia e la ginnastica medica, sanno dare un importante supporto sia come approccio unico al problema (con tecniche specifiche in relazione alla natura del danno), sia come integrazione alla terapia medica, o come recupero in seguito ad intervento chirurgico.

Sicuramente risulta, nella sua forma "aspecifica", un ottimo strumento con caratteristiche di correzione e di prevenzione, sia primaria che delle recidive.

Le tecniche rieducative si sono mosse in più direzioni, con l’unico intento di stravolgere un concetto estremamente radicato nella cultura tradizionalista che è quello del riposo. Si è dimostrato infatti che, tranne in gravi casi d’instabilità vertebrale, lo stare a letto immobili protetti da tutori o corsetti, risulta nella stragrande maggioranza dei casi inutile, il più delle volte addirittura dannoso.

Sono nate scuole e pensieri riabilitativi che in più direzioni hanno affrontato il problema "rachialgia" dando importanza ad aspetti diversi, e tra queste le più conosciute sono la "back school", l’antiginnastica, la ginnastica dolce ed i gruppi di scoliosi.

L’attività svolta dal Fisioterapista del centro fitness vicino a casa, in una società moderna estremamente diversificata dove il tempo conta più che la salute, consente di soddisfare le necessità di molti pazienti.

Una precisa ed accurata valutazione da parte del Terapista di tutti gli aspetti che predispongono il soggetto alla comparsa del dolore lombare, un attento serio ed accurato esame articolare e muscolare, permettono la formulazione di una tabella d’allenamento specifica ed estremamente personalizzata.

I controlli a distanza, la valutazione delle performance motorie e la possibilità di accedere alla palestra senza vincoli di orario, consentono al cliente di migliorare senza essere estraniato in un gruppo di persone "malate", ma coinvolto da un ambiente che facilità la socializzazione.

Per concludere e rispondere all’interrogativo fisioterapia e ginnastica medica quando e perché: rispondo sempre sia per curare ma soprattutto per prevenire. In presenza di una componente algica importante, oltre ad una eventuale terapia farmacologica, risulta estremamente utile il ricorso alla TENS o a metodiche fisioterapiche specialistiche come quella di McKenzye.

Muscoli forti e flessibili garantiscono un’adeguata e sicura stabilità articolare: in questo contesto i muscoli addominali svolgono una fondamentale funzione. Movimenti corretti ripetuti nel tempo tendono a creare stimoli adattanti che vanno a contrastare una vita, quella moderna, ricca di stimoli disadattati.


A cura di Robertino Cortesi fisioterapista e preparatore atletico