Anestesia Web
  Anestesia  
  Rianimazione  
  Terapia del Dolore  
  Ambulatorio  
  Day Hospital  
  Sicurezza  
  Ernia del disco  
  Il mal di schiena  
  Equipe  
  Ultim'ora  
  Prericovero  
  Ozonoterapia  
  FAQ  
  Home  
FBSS (Failed Back Surgery Syndrome)





Letteralmente significa sindrome da fallimento chirurgico spinale; più propriamente raggruppa alcune possibili conseguenze, o meglio effetti collaterali, legati all’intervento chirurgico di decompressione di ernia discale. L’evenienza di gran lunga più frequente è rappresentata dagli esiti cicatriziali: come è visibile a livello cutaneo nella sede dell’incisione, anche dove è stato asportato il materiale discale, si forma, come esito dell'atto chirurgico, del tessuto cicatriziale.

Questo può non dare alcun segno della sua presenza per un tempo variabile, e il paziente ritiene, a ragione, di essere guarito A volte, anche dopo anni dall’intervento, per effetto delle modificazioni che si instaurano a carico della colonna, questo tessuto anelastico e che ha congelato una serie di strutture, non essendo in grado di seguire le modificazioni della colonna, inizia ad esercitare un’azione di tipo meccanico sulla radice.
A questo punto il paziente ricomincia ad avvertire gli stessi sintomi per i quali venne deciso a suo tempo l’intervento: una TAC (Tomografia Assiale Computerizzata) mirata o meglio una RMN (Risonanza Magnetica Nucleare) sarà in grado di svelare il tessuto cicatriziale che ingloba o stira la radice. Qualche volta l'indagine radiologica evidenzia più possibili cause del dolore radicolare a diversi livelli: in questi casi un'indagine elettromiografica è in grado di dirimere i dubbi. Il nostro algoritmo di trattamento, applicabile quando è riconosciuta una componente neuropatica del dolore, si avvale di tre fasi, anche nel rispetto di un approccio graduale e meno invasivo possibile.

1° step) Infiltrazione peridurale : se beneficio almeno parziale se ne pratica una seconda. Se nessun beneficio se ne effettua una seconda selettiva sotto guida radioscopica.

2° step) Se nessun beneficio dalle precedenti si effettua la peridurolisi: se si ottiene anche solo un parziale miglioramento si effettua un secondo trattamento di peridurolisi.

3° step) Come ultimo, se non si sono ottenuti miglioramenti dai precedenti approcci, viene proposta la neurostimolazione midollare (SCS).

Non bisogna poi dimenticare che, come conseguenza possibile dell'intervento, si può verificare una stenosi del canale midollare, che si può manifestare con una sintomatologia del tutto sovrapponibile.