Anestesia Web
  Anestesia  
  Rianimazione  
  Terapia del Dolore  
  Ambulatorio  
  Day Hospital  
  Sicurezza  
  Ernia del disco  
  Il mal di schiena  
  Equipe  
  Ultim'ora  
  Protocolli  
  Prericovero  
  FAQ  
  Home  





Per garantire il massimo della sicurezza e della qualità il lavoro viene svolto in equipe. Praticamente in sala operatoria, a vigilare sul vostro benessere, vi sono un medico anestesista rianimatore, che è il responsabile dell’anestesia, ed un infermiere di anestesia che lo coadiuva in tutte le mansioni, operative e di assistenza.



Chi è l’anestesista rianimatore ?

L’anestesista rianimatore è un medico: dopo la laurea in Medicina e Chirurgia egli ha ottenuto la specialità di Anestesia e Rianimazione (della durata di 4 anni), durante i quali ha acquisito le capacità e la competenza per condurre un’anestesia e praticare una rianimazione nel caso vi siano delle complicanze intraoperatorie.

Lui è il responsabile della vostra persona per tutti gli aspetti che non siano di stretta pertinenza chirurgica. Se per esempio dovrete essere operati di ernia inguinale, il chirurgo sarà ovviamente responsabile dell'ernia; del vostro cuore, della pressione arteriosa, di una eventuale trasfusione, dell'idratazione, dell'ossigenazione, dei polmoni, del cervello etc. si occuperà l'anestesista.

Occupandosi da sempre di dolore, nelle sue più svariate forme, è in genere lo specialista più competente nel trattamento delle varie sindromi dolorose e si deve agli anestesisti, fatte le debite eccezioni, la nascita dei centri di terapia antalgica.



Chi è l’infermiere di anestesia ?

L’infermiere d’anestesia è un’infermiere professionale che ha acquisito, attraverso un training specifico, una competenza nella disciplina ed affianca l'anestesista per tutto quanto concerne l'anestesia, dall'accoglimento del paziente in sala operatoria fino alla sua dimissione dalla recovery room.

Prepara la macchina e i farmaci dell' anestesia, esegue la check list di tutto il materiale e del respiratore prima di ogni anestesia, controlla i parametri vitali intraoperatori, ne redige un diario, e assiste i pazienti nella sala di risveglio (recovery room), riferendo all'anestesista ogni scostamento dai valori normali.