Anestesia Web
  Anestesia  
  Rianimazione  
  Terapia del Dolore  
  Ambulatorio  
  Day Hospital  
  Sicurezza  
  Ernia del disco  
  Il mal di schiena  
  Equipe  
  Ultim'ora  
  Protocolli  
  Prericovero  
  FAQ  
  Home  



Premesse
Le anestesie loco-regionali (spinale e peridurale) sono fra le tecniche più utilizzate al mondo per il parto cesareo. Esse permettono al bimbo di nascere senza subire l'effetto dei farmaci ( Apgar Score ottimale) e alla mamma di godere dei primi vagiti del figlio.

La formulazione per il tamponamento dell'acidità gastrica è equivalente ad una specialità medicinale non in commercio nel nostro paese: per tale motivo viene preparata galenicamente dalla nostra farmacia.

Preparazione
Incannulamento venoso periferico con ago 18 G

Acido citrico monoidrato 1 grammo e sodio citrato biidrato 1,5 grammi in 30 ml di soluzione per os 30 - 45 min prima dell’intervento per il tamponamento dell’acidità gastrica (prevenzione della Sindrome di Mendellson)

Sistema di aspirazione funzionante

2 laringoscopi (di cui 1 con lama di Mc Coy) funzionanti con una scelta di lame, Fast-track LMA . A disposizione fibroscopio

Tubo endotracheale 7mm mandrinato; a disposizione tubo 6mm. Siringa già raccordata sul pallone pilota.

Posizionare la paziente sul tavolo operatorio con un sostegno sotto il bacino destro per prevenire la compressione della vena cava.

Instaurazione di monitoraggio (ECG, SaO2, NIBP)

Preidratazione (500-1000 ml di soluzione salina tipo Ringer lattato)

Procedura
Paziente in posizione seduta o laterale.

Bupivacaina iperbarica 0,5% + Fentanyl 10 mcg.

In alternativa Chirocaina 0,5% 10 mg + Fentanyl 10 mcg

Bupivacaina in relazione all’altezza della paziente:

8 mg < 150 cm < 10 mg < 160 cm < 12 mg < 180 cm < 15 mg

Ago 25-27-29 G con punta di Sprotte o Whitacre con introduttore negli spazi L3-L4, L4-L5 o L2-L3 (in ordine di preferenza)

Dimostrato un flusso libero di CSF, si aspirano circa 0,5 ml di CSF nella siringa.

Si inietta e si aspira una piccola quantità di CSF alla fine dell’iniezione e si reinietta.

Stop se la paziente manifesta un qualunque dolore all’iniezione.

Posizionare la paziente in posizione supina con un sostegno sotto il fianco destro.

Post-iniezione
NIBP in continuo fino a stabilizzazione
Testare il livello (pin prick test)

Se P.A. < 100 mmHg o diminuisce rapidamente, somministrare efedrina 10-25 mg e.v., ripetendo se necessario e incrementare i fluidi.

Fenilefrina a boli 0,2-0,5 mg (1 ml=10 mg) può essere somministrata se l’efedrina non è efficace dopo 30-50 mg o se la paziente è tachicardica: in tal caso prendere in considerazione la possibilità che vi sia ipovolemia

Somministrare O2

La nausea e il vomito non sono infrequenti e sono in genere secondari all’ipotensione, da trattare aggressivamente.

Post-parto
Ossitocina 20-40 Unità per litro secondo indicazioni dell’ostetrico.

Antibiotici se previsto.

Midazolam se indicato.


Vedi anche:

 Anestesia generale per Taglio Cesareo

 Anestesia peridurale per Taglio Cesareo

 Anestesia Ostetrica

            A cura di A. Dossena     Foto di A. Dossena